Napoli Fashion on the Road la storia continua, 11a tappa La Pignasecca - napoli-capitale-della-moda-header

Napoli fashion on the road, Tappa 11

In Fashion, Tappe, Video by staff

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Napoli fashion on the road, Tappa 11, nel Quartiere della Pignasecca.

Napoli Fashion on the Road. Ultimamente ospite di alcune tra le principali testate giornalistiche nazionali quali la Rai, Repubblica.it, il CDS, Corriere del Mezzogiorno, il Mattino etc; Il promettente e valido progetto partenopeo, patrocinato dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli, i cui rispettivi assessorati al Turismo ed alla Cultura, si sono dimostrati immediatamente, entusiasmati, da questa idea innovativa, ha ormai esteso la sua penetrazione mediatica anche in campo Internazionale, con il fine di consacrare Napoli quale, “Capitale mondiale della moda”.

In tal senso, è stata avviata da tempo, una fitta e proficua collaborazione con stilisti e artisti di fama mondiale che prevede interviste e foto scattate nei luoghi più caratteristici e folkloristici di tutta la Campania. Dopo il quartiere di Santa Chiara con il suo inconfondibile “Pallonetto” e i tipici vicoli che ivi si intersecano, per l’undicesima tappa, la scelta è ricaduta sul Quartiere della Pignasecca, in origine il mercato più antico di Napoli situato nel ventre della città, nei pressi dei famosi Quartieri Spagnoli ed alle spalle della movimentata e affollatissima via Toledo. L’origine del suo curioso nome, risale al 1500. Quando gli orti furono spianati per permettere la costruzione della summenzionata via Toledo, restò in piedi soltanto un albero di pino, definito in napoletano,“pigna”. Secondo la leggenda, delle gazze, vi nidificarono e cominciarono a nascondervi tutti gli oggetti preziosi che sottraevano dalle abitazioni vicine fin quando i cittadini del posto, esasperati da ciò, provvidero a scacciarle ma l’albero presto si seccò, conferendo a questa zona il nome di “Pignasecca”.

Passeggiando attraverso le bancarelle ed i negozietti di questo mercatino, il visitatore ha l’occasione di ammirare uno spaccato della vita tradizionale partenopea e di ascoltare da vicino le pulsazioni del suo cuore, tra le bancarelle di pesce, frutta, verdura, fritture e prodotti tipici, oltre a poter visitare alcune chiese molto belle come quella di Santa Maria di Montesanto e di San Nicola alla Carità. E proprio li’, a pochi passi dal mare, da quel Tirreno che bagna da secoli l’insenatura compresa tra la penisola Flegrea e quella Sorrentina, l’idea geniale di servirsi di un ponte suggestivo e particolare ad unire in un solo colpo la “Campania felix” con il Mediterraneo, rappresentato dalla storica e piccola isola di Malta la cui città di La Valletta, è stata eletta proprio quest’anno, quale “capitale europea della cultura”.

Clicca qui per ricevere maggiori approfondimenti.

Napoli fashion on the road, Stage 11, in the Pignasecca district.

Napoli Fashion on the Road. Lately host of some of the main national newspapers such as Rai, Repubblica.it, CDS, Corriere del Mezzogiorno, Il Mattino etc; The promising and valid Neapolitan project, sponsored by the Campania Region and the Municipality of Naples, whose respective councils for tourism and culture, have immediately proved enthusiastic, from this innovative idea, has now extended its media penetration also in the international field , with the purpose of consecrating Naples as the “world capital of fashion”.

In this sense, a long and fruitful collaboration with stylists and artists of world renown has been started for some time, providing for interviews and photos taken in the most characteristic and folklore places of the whole Campania region. After the district of Santa Chiara with its unmistakable “Pallonetto” and the typical alleys that intersect there, for the eleventh stage, the choice fell on the district of Pignasecca, originally the oldest market in Naples located in the belly of the city, near the famous Quartieri Spagnoli and behind the busy and crowded via Toledo. The origin of its curious name, dates back to 1500. When the gardens were flattened to allow the construction of the aforementioned via Toledo, only a pine tree stood, defined in Neapolitan, “pigna”. According to the legend, the magpies, they nested and began to hide all the precious objects that they took from neighboring houses until the citizens of the place, exasperated by this, provided to drive them away but the tree soon dried up, giving this area the name of “Pignasecca”.
Stalls and shops of Pignasecca.

Walking through the stalls and shops of this market, the visitor has the opportunity to admire a slice of traditional Neapolitan life and listen closely to the pulse of his heart, among the stalls of fish, fruit, vegetables, fries and typical products , as well as being able to visit some very beautiful churches such as Santa Maria di Montesanto and San Nicola alla Carità.

Click here to receive more information.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.